Il pugnale

Il-pugnale

Il pugnale è l'elemento caratterizzante le statue menhir maschili. Il simbolo stesso della virilità, della forza, della propensione al combattimento e alla difesa di questi personaggi divinizzati in ragione del rango prestigioso e certo per le gesta memorabili delle quali non si è persa la memoria. Il pugnale è rappresentato in posizione orizzontale, nella parte medio inferiore del corpo della statua, corrispondente alla regione addominale e, nel caso di Genna Arrèle I di Laconi, appena al di sotto di una probabile cintura. Si tratta di un'arma formata da due lame triangolari contrapposte, unite tra loro da una breve immanicatura, da qui anche il nome di "doppio pugnale", come parrebbe nei tipi più semplici oppure, come suggeriscono alcuni particolari, un pugnale con l'elsa più o meno pronunciata e la lama custodita nel fodero, in rame o in selce.

Enrico Atzeni riconosce nel "doppio pugnale " di una classe di statue piuttosto evolute quali quelle provenienti da Piscina ‘e Sali a Laconi "..la concreta rappresentazione di un'arma realisticamente interpretabile sul classico modello Eneolitico "remedelliano"*, triangolare, a larga base retta, taglienti lunghi, diritti o convessi, simmetricamente riconvertenti a una acuminata punta, costante nervatura di rinforzo mediano sul corpo indicata con segno fusiforme o a "V". Immanicato su larga e di solito ben sviluppata impugnatura e orientato al fianco sinistro del personaggio statuario, il pugnale mostra più raramente un pomo ad ampio semidisco: più di frequente ne rivelerebbe una sinora inedita enfasi ogivale, invero confondibile, date le misure, con le forme del pugnale seppur "remedelliano, in selce".

A seconda del grado di dettaglio e delle forme restituite i pugnali possono essere inscritti in quattro gruppi di appartenenza:
- il tipo "a" è un pugnale a doppia lama a schema semplice. Le due lame triangolari oppure ogivali sono contrapposte, separate da un'immanicatura posta perfettamente al centro della figura.
- il tipo "b" ha la stessa forma del tipo "a" ma è impreziosito nella parte destra da un motivo angolare costituito da due linee parallele ai lati esterni della lama.
- il tipo "c" è del tutto simile al precedente. La distinzione è data dal motivo riportato nella parte destra dell'arma che diventa triangolare.
- il tipo "d" è una figura ellissoidale che solo simbolicamente può essere accostato al pugnale.

*Pugnale in rame a lama triangolare con nervatura tipico di Remedello (IT).